Giappone: il mercato online e le opportunità per il digital export

Il Giappone è il terzo mercato al mondo, dopo Stati Uniti e Cina, e il quarto mercato e-commerce globale, la cui crescita continua è favorita dall’alta densità di popolazione e da infrastrutture solide ed efficienti.

1 dicembre 2023

Il Giappone è il terzo mercato al mondo, dopo Stati Uniti e Cina, e il quarto mercato e-commerce globale, la cui crescita continua è favorita dall’alta densità di popolazione e da infrastrutture solide ed efficienti.

Il Giappone è il terzo mercato più grande nel settore dell’e-commerce globale e si prevede che genererà circa 154 miliardi di dollari di entrate entro il 2023, superando il Regno Unito. Si prevede che le entrate in questo settore cresceranno a un tasso annuo composto del 9,8% tra il 2023 e il 2027, portando a una dimensione di mercato stimata di 223,5 miliardi di dollari entro il 2027.

Nel 2023, più del 98 milioni di utenti hanno effettuato acquisti online, con una spesa media pro capite di ca., 180 dollari. La maggioranza di utenti che effettua acquisti online appartiene alla fascia tra i 45 e i 54 anni, con una leggera prevalenza delle donne (51,3%) sugli uomini (48,7%).

Nel regno dell’eCommerce giapponese, identifichiamo cinque segmenti chiave. Quella dei viaggi è la più ampia e contribuisce il 22% alle entrate totali dell'e-commerce in Giappone. Segue la spesa alimentare, con il 18% dei ricavi, seguita da Elettronica e media con il 12%. Moda e cura della persona completano la lista con rispettivamente l'11,0% e il 7% del fatturato del mercato. 

Infografica sulla quota di mercato dei segmenti leader dell'e-commerce in Giappone

I dati di Statista Market Insights rivelano un’interessante dicotomia all’interno del mercato dell’eCommerce giapponese, in particolare nel segmento alimentare. Sebbene le entrate stimate del segmento alimentare mostrino una crescita costante, non si distinguono rispetto ad altre categorie: la crescita delle entrate stimate per il cibo va da 18,79 miliardi di dollari nel 2023 a 34,95 miliardi di dollari nel 2027. L'aumento percentuale è notevole ma non significativamente più alto rispetto ad altri settori come bellezza, salute, cura della persona e della casa o elettronica. 

I metodi di pagamento digitali dominanti in Giappone:

  • Carte di credito: sono il metodo di pagamento digitale più popolare in Giappone, con oltre 200 milioni di carte in circolazione.
  • Moneta elettronica: è un metodo di pagamento contactless basato sulla tecnologia NFC. Le principali carte IC sono Suica e Pasmo.
  • Addebito diretto: è un metodo di pagamento automatico in cui l'importo della transazione viene addebitato sul conto corrente del consumatore.
  • App con codici QR e pagamenti con codici a barre: sono metodi di pagamento che utilizzano un codice grafico per inviare le informazioni di pagamento al venditore.

Tendenze emergenti

  • Pagamenti con codice QR: sono in forte crescita in Giappone, grazie agli sforzi dei fornitori come PayPay, LINE Pay, Rakuten Pay, Merpay e NTT DoCoMo.
  • Pagamenti “Compra ora, paga dopo” (BNPL): stanno guadagnando terreno in Giappone, sostenuti dalla maggiore penetrazione dell'e-commerce.

Prospettive future

Si prevede che i metodi di pagamento digitali continueranno a crescere in Giappone, guidati dalla crescente preferenza dei consumatori per i pagamenti elettronici. In particolare, i pagamenti con codice QR e i BNPL sono destinati a rimanere le tendenze emergenti più importanti nel mercato giapponese dei pagamenti digitali.

La logistica ha un elevatissimo livello di servizi, con spedizioni in giornata, effettuata da corrieri preferibilmente nazionali che consegnano il pacco direttamente nelle mani del destinatario. Poiché spesso i giapponesi sono fuori casa, viene quasi sempre programmato un secondo passaggio gratuito. Le norme di imballaggio giapponesi sono estremamente dettagliate, per cui il numero di spedizioni danneggiate è uno dei più bassi al mondo, così come il tasso di resi.

I consumatori giapponesi, per quanto attenti ai prezzi, prediligono brand e qualità. Poiché la maggioranza della popolazione parla solo giapponese, i prodotti devono essere descritti in giapponese corretto. Gli utenti amano scegliere tra una grande quantità di prodotti, per poterli confrontare, e pertanto è preferibile inserire il proprio catalogo su un marketplace piuttosto che su un sito personale.

Amazon: Il primo marketplace in Giappone

Amazon è il primo marketplace in Giappone, con una quota di mercato del 40%. L'azienda ha investito massicciamente nel mercato giapponese dall'inizio degli anni 2000, e questo investimento ha contribuito a farla diventare la piattaforma di riferimento per lo shopping online a livello nazionale.

Amazon.co.jp domina la scena con un fatturato di 12,832 miliardi di dollari per l'anno 2022. È seguito da apple.com, che ha registrato un fatturato di 3,613 miliardi di dollari, e yodobashi.com con un fatturato di 2,502 miliardi di dollari. Insieme, questi tre principali rivenditori online detengono una quota di mercato vicina al 40% tra i primi 100 negozi del settore eCommerce giapponese.

Promos Italia S.c.r.l.

Agenzia italiana per l'internazionalizzazione
Sede legale: Via Meravigli, 9/b - 20123 Milano (MI)
PEC: promositaliascrl@legalmail.it
Codice Fiscale, Partita IVA: 10322390963